Best ofNotizieFotoVideo

1

  • Notizia del dalla Redazione di Liquida

    "Utenti monitorati", i dirigenti di Facebook ammettono

    Un'inchiesta del quotidiano "Usa Today" rivela le ammissioni dei vertici di Palo Alto a proposito del monitoraggio degli utenti del social network. "Ma nessuno scopo pubblicitario - spiegano i dirigenti - serve solo a sviluppare le applicazioni"

    Nella vicenda della presunte violazioni della privacy e della gestione dei dati personali da parte di Facebook si aggiunge un nuovo capitolo. Un'inchiesta del quotidiano Usa Today rivela infatti le ammissioni dei vertici del social network di Palo Alto, che confermano il tracciamento degli utenti durante la navigazione. Utilizzando i cookie Facebook riesce in sostanza a registrare gli spostamenti dell'utente nella Rete, ed anche se non si è iscritti alla piattaforma basta la visita ad una qualsiasi pagina del sito di Marck Zuckerberg perchè i cookie vengano installati sul proprio computer.

    In questo modo - stando alle parole dei dirigenti di Facebook - il social network ha creato un database di tutte le pagine Web visitate negli ultimi 90 giorni dagli oltre 800 milioni di iscritti. Il sistema è noto ed è utilizzato da buona parte dell'industria della pubblicità, ma da Palo Alto - dopo le accuse provenienti da più fronti (l'ultima in ordine cronologico arriva dall'Agenzia federale per la prtezione dei dati di Amburgo) - smentiscono categoricamente che lo scopo sia legato all'advertising. Queste le parole del portavoce di Facebook Andrew Noyes:

    "Non abbiamo in programma di modificare l'utilizzo che facciamo di questi dati, l'azienda è in netto contrasto con i network pubblicitari che deliberatamente e clandestinamente tracciano gli utenti con lo scopo di creare profili dei loro comportamenti e di venderli a terzi o di utilizzarli per inserzioni pubblicitarie private".

    I vertici della società californiana sostengono invece che il monitoraggio serve a Facebook per migliorare la sicurezza degli utenti (evitando ad esempio che utenti minorenni dichiarino il falso sulla loro età effettiva), per sviluppare applicazioni e per scopi statistici.

  • Notizia del 30 novembre 2011 da Hi-Tech Italy

    Facebook e privacy utenti: accordo con antitrust USA

    In queste ore Facebook ha raggiunto un accordo con la FTC - Federal Trade Commission , autorità antitrust degli Stati Uniti, in merito a nuove polemiche sulla privacy degli utenti del social network sollevate da una denuncia partita dall'organizzazione per la tutela dei diritti dei consumatori... continua

  • Notizia del 04 giugno 2012 in Internet da Agilebiz

    Facebook e privacy, gli utenti chiamati al voto

    Facebook e privacy, gli utenti chiamati al voto

    04 giugno 2012 – Facebook offre la possibilità ai suoi utenti, quasi un miliardo di persone, di votare se preferiscono le vecchie politiche sulla privacy del social network o le nuove proposte, ma questo non significa che l’azienda sia pronta a cambiare in meglio, soprattutto se il cambiamento... continua

  • Facebook, privacy ancora a rischio

    Notizia del 19 ottobre 2010 da Dario Bonacina

    Mentre milioni di utenti di Facebook curavano con amore la loro fattoria virtuale, giocavano a poker, rispondevano a quiz di intelligenza o si scambiavano regalini digitali, alle... continua

  • Notizia del 03 ottobre 2011 in Internet da Pc Facile

    Facebook e Frictionless Sharing, tanti dubbi

    Il recente lancio da parte di Facebook di quello che Zuckerberg ha chiamato "condivisione senza attrito" ha sollevato un ondata di dubbi sul fatto che sia una aggiunta significativa a solamente una invsione della privacy. "Frictionless Sharing" da la possibilità alle apps di servizi quali Spotify... continua

© Banzai Media S.r.l. tutti i diritti riservati Patent pending P. IVA 05791120966