Nuovo Bonus famiglia, è realtà: in cosa consiste e come fare domanda

Ci sono ottime notizie per le famiglie, finalmente il nuovo bonus è realtà! Sai di cosa si tratta e a chi spetta?

Finalmente le famiglie italiane possono tirare un sospiro di sollievo, il nuovo bonus non è più fantasia. Ma chi può beneficiarne? Chi può presentare la domanda? E dove inoltrarla? Se lo stanno chiedendo in tantissimi, ecco alloro una lista di informazioni utili al riguardo.

bonus famiglia
Nuovo bonus famiglia (Liquida)

La pandemia da Covid 19 ha messo in ginocchio il mondo intero. Milioni e milioni di famiglie si sono ritrovate ad arrancare, non riuscendo più ad arrivare serenamente alla fine del mese. Il mercato del lavoro ha subito una fortissima destabilizzazione, sempre più persone sono purtroppo precarie con la conseguenza che si cerca di tagliare le spese quando si può.

In tanti preferiscono ad esempio rinunciare alle cene al ristorante, o alle vacanze per destinare tutto al sostentamento dei figli. Proprio le famiglie sono state maggiormente colpite dalla crisi ed è per questo che il Governo ha pensato di elargire una serie di Bonus, per dare loro una mano concreta.

Tutte le novità per le famiglie, il Governo ce la sta mettendo tutta per ripartire

Come accennato l’Esecutivo sta cercando di rimettere in moto l’economia partendo dalle famiglie. Con la Legge di Bilancio 2023 è stato introdotto il cosiddetto  “pacchetto famiglia” contenente nuove misure ed alcune novità per le previgenti discipline. Ecco le principali novità.

Per le famiglie che versano in difficoltà con ISEE non superiore a 15.000 euro è stata introdotta la carta risparmio spesa con la quale potranno essere acquistati i beni di prima necessità. La domanda va inoltrata al Comune di residenza e per altre informazioni è necessario attendere il decreto attuativo.

bonus genitori
Ecco il bonus per i genitori (Liquida)

Altra misura volta alla tutela ed al sostegno delle famiglie in difficoltà è il reddito alimentare, spetta a coloro che vivono in situazioni di assoluta povertà. Confermata anche il sostegno alla madri senza copertura previdenziale e con ISEE basso. La domanda va presentata presso il Comune di residenza.

Stessa cosa dicasi per l’assegno maternità dello stato, si tratta di un contributo volto a sostegno della madre o del padre che siano lavoratori atipici o discontinui. Come non citare poi il bonus asilo nido riconosciuto anche per l’anno scolastico 2023.
Ricordiamo inoltre che anche il congedo parentale è stato riconfermato. Si tratta di una scelta non di un obbligo, va precisato dunque che i genitori possono discrezionalmente scegliere se usufruirne o meno. Attivo anche l’Assegno per congedo matrimoniale quale misura strutturale destinata a specifiche categorie di lavoratori e solo nei casi stabiliti dal legislatore.
Impostazioni privacy