Il segno inaspettato che stai per avere un serio colpo di calore

C’è un dettaglio apparentemente controintuitivo che deve metterci in allarme quando il Sole picchia forte: altrimenti un eventuale colpo di calore può costarci caro.  

Estate, tempo di sudore. Non è il massimo del comfort e dell’eleganza, diciamolo, ma è naturale: quando il caldo si fa sentire, il nostro organismo mette in moto una reazione fisica naturale, per quanto disgustosa e fonte di disagio. Alcune persone, poi, sudano più di altre, per mille possibili motivi. Ma c’è qualcosa che succede a tutti quando sta per arrivare un colpo di calore.

sintomo inaspettato serio colpo calore
Quando si creano le condizioni perfette per il temuto colpo di calore, il nostro corpo funziona diversamente. (Liquida.it)

A rigor di logica, si direbbe che più sentiamo caldo, più il corpo sale di temperatura, suda dunque si bagna. Per quanto possa apparire controintuitivo, all’apice dell’arsura, quando si creano le condizioni perfette per il temuto colpo di calore, il nostro corpo funziona diversamente. Vediamo come.

L’avvisaglia cruciale del colpo di calore in arrivo

Il segno inaspettato che stiamo per ricevere un colpo di calore ce lo dà il nostro corpo quando smette improvvisamente di sudare, o non suda proprio nonostante l’esposizione a fonti dirette di calore. In questi casi c’è da preoccuparsi seriamente. Secondo il dottor Karan Raj, la mancanza di sudore può essere una chiara avvisaglia di un colpo di calore imminente: “Sei così disidratato che anche il tuo meccanismo di raffreddamento naturale sta sudando e si ferma”.

sintomo inaspettato serio colpo calore
Se la temperatura corporea interna continua a salire, può compromettere alcuni organi. (Liquida.it)

“L’assenza di sudorazione – aggiunge l’esperto – significa che non hai capacità di termoregolazione: la temperatura corporea interna continua a salire e potrebbe influenzare altri organi“. Morale: se smettete di sudare con temperature esterne estreme, non c’è nulla da festeggiare. “Con un grave colpo di calore, la disidratazione fa sì che che il cervello si restringa letteralmente e si allontani dal cranio”, aggiunge Raj. “Naturalmente questo provoca mal di testa assai poco piacevoli, ma riduce anche la perfusione cerebrale, il che provoca confusione, sonnolenza e irritabilità”.

Un altro segnale da non trascurare sono i crampi muscolari. “La massiccia disidratazione provoca anche uno spostamento dell’equilibrio elettrolitico, con particolare riferimento a sodio e potassio”, spiega ancora Raj. Ciò influisce direttamente sulla capacità del muscolo di contrarsi, causando spossatezza e crampi. Se riscontrate uno di questi sintomi, cercate di rinfrescarvi e di bere acqua fredda. Per chi si trova in casa, infine, una buona prevenzione consiste nel chiudere le finestre e le tende e spegnere gli elettrodomestici e le luci.

Impostazioni privacy