Cani: pericolo mortale questa estate, cosa devi fare subito per proteggerli

Per i cani il caldo può essere molto insidioso: ecco cosa bisogna fare per proteggerli durante l’estate 

I cani sono i migliori amici dell’uomo, al punto tale che chi ne ha avuto almeno uno nella vita arriva a considerarlo un vero membro della famiglia. L’affetto che si prova nei loro confronti è incondizionato e porta molti proprietari a non separarsene nemmeno quando si tratta di andare in vacanza. Del resto, ora ci sono diverse località e spiagge che li accettano senza particolari problemi.

cani protezione caldo
Proteggere i cani dal caldo è fondamentale – Foto | Liquida.it

Fare il possibile affinché possano stare bene è ovviamente un gesto più che naturale, non solo assicurando il cibo adatto ma anche attraverso controlli veterinari costanti, anche se questo può essere dispendioso sul piano economico. Ma anche in questo la prudenza non è mai troppa.

Tutelare la salute dei nostri cani è importante: cosa fare contro il caldo

Le temperature, come accade anche agli esseri umani, possono incidere sullo stato di salute dei nostri cani. Questo vale per entrambe le situazioni estreme, sia il troppo freddo sia il troppo caldo, e in molti preferiscono tenerli in casa per risolvere il problema alla radice.

Come proteggere i cani dal caldo
Un cane non deve stare per troppo tempo al sole – Liquida.it

Ora che l’estate si avvicina, le temperature sono destinate ad alzarsi non poco, e ci sono alcuni accorgimenti da adottare per tutelare la salute dei nostri amici a quattro zampe. Innanzitutto non vanno lasciati soli, anche solo per pochi minuti, in auto, ben sapendo che l’abitacolo può diventare rovente e raggiungere anche i 60 gradi. Il rischio di un collasso può essere dietro l’angolo.

Inoltre è bene riuscire a riconoscere i sintomi tipici del colpo di calore per poter intervenire tempestivamente. In questo caso il cane può apparire debole, ansimante e mostrare un aumento della frequenza respiratoria e cardiaca. Nei casi più gravi può faticare anche ad alzarsi e a camminare. In attesa di correre in clinica, dovrebbe essere messo in un luogo all’ombra e rinfrescato sul collo, sotto le ascelle e all’inguine con stracci bagnati con acqua a temperatura ambiente.

Se si è deciso di far stare Fido prevalentemente all’aperto non dovrebbero mai mancare acqua fresca e un angolo ombreggiato dove ripararsi quando il sole diventa cocente. Chi vuole accompagnarlo a fare una passeggiata dovrebbe farlo la mattina presto e la sera dopo cena.

Molti scelgono di portare i propri amici a quattro zampe in spiaggia, ma è bene prestare attenzione alle irritazioni che possono essere generate dal contatto con acqua di mare e sabbia. In fine è convinzione sbagliata pensare che la tosatura possa proteggerli dal caldo, invece il loro pelo fa da termoregolatore sia dal freddo sia dal caldo.