Hai dormito poco e male? Lascia stare il caffè, ecco come riprenderti in fretta

La notte non solo non ti ha portato consiglio ma hai dormito male? Metti da parte il caffè, eccome tutto quello che devi fare

Sono numerosi i fattori che possono influenzare il nostro sonno e spingerci così a doverci necessariamente lasciare alle spalle una notte in cui abbiamo dormito male e poco: ma come poter fare in questi casi?

dormire male
Hai dormito poco e male? (Liquida)

Innanzitutto, è sempre bene conoscere i motivi che si celano dietro il nostro aver dormito male: come per esempio un periodo di particolare stress, dovuto a situazioni specifiche, scadenze o responsabilità imminenti. O ancora una cattiva alimentazione che pesa sul nostro equilibrio del sonno.

Di qualsiasi sia la natura del nostro disagio, però, siamo tutti d’accordo che affrontare una giornata dopo aver dormito poco e male non solo è difficile ma spesso è semplicemente impossibile. Ebbene, ecco alcuni consigli che in questo caso potrebbero tornarvi utili.

Caffè? Non se hai dormito male, ecco come fare

dormito
Hai dormito poco e male? – liquida.it

Come prima cosa è opportuno sottolineare, nonostante ormai ne siamo certamente tutti consapevoli, l’importanza fondamentale e vitale che il sonno ricopre nella nostra vita: è infatti indispensabile per poter raggiungere un giusto equilibrio e funzionamento del nostro organismo e soprattutto per permetterci di ottenere i giusti tempi di ricarica. Nonostante questo, però, molto spesso e come abbiamo già detto possono entrare in gioco vari e differenti fattori per i quali ci svegliamo e semplicemente affrontiamo la giornata dopo aver dormito male.

In questo caso, dunque, non possiamo più agire sulla nostra qualità del sonno ma possiamo senza dubbio fare qualcosa per migliorare la nostra giornata e dunque anche le nostre prestazioni nonostante l’aver dormito male. Proprio per questo motivo, il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è senza dubbio quello di eliminare del tutto il caffè: dimenticate questo eccitante dalla vostra routine mattutina, perché in realtà non è davvero utile come siamo stati abituati a pensare.

Ci sono altre abitudini che potrebbero venirci in soccorso dopo una notte in cui abbiamo dormito male, come ad esempio iniziare la giornata cercando di essere più leggeri e dunque con una passeggiata al mattino. O ancora servendoci una colazione nutriente, che possa essere ricca di proteine e fibre capaci di reintegrare ciò che purtroppo abbiamo perso con le ore di sonno in meno. Infine, cercate di eliminare tutte quelle che possono essere possibili distrazioni come un continuo utilizzo di dispositivi elettronici e che potrebbero sovraccaricare il vostro cervello renderlo così sempre attivo e poco propenso al sonno.

Impostazioni privacy