Caterina Balivo, dal dramma atroce alla rinascita: la sofferenza segreta della conduttrice

Caterina Balivo ha vissuto un dramma atroce che ha voluto tenere segreto per tanto tempo: oggi è felice, ma il dolore è stato tremendo.

caterina balivo
Caterina Balivo, dal dramma atroce alla rinascita: la sofferenza segreta della conduttrice (Ansa – Liquida.it)

Caterina Balivo appare come una donna forte, di successo, che ha fatto del suo lavoro e, soprattutto, della sua famiglia il proprio caposaldo nella vita. Tutti si aspetterebbero, infatti, una vita, per così dire, perfetta e senza dolore, ma la realtà dei fatti è stata, per un certo periodo della propria vita, ben diversa.

La donna, oggi al timone su Rai Uno del programma pomeridiano “La volta buona” ha infatti tenuto segreto un dramma davvero atroce, forse il peggiore che una donna possa mai vivere nell’arco della propria esistenza.

Se, da una parte, l’amore per il marito e per il suo primo figlio Guido Alberto, in un certo qual modo l’ha rincuorata, dall’altra parte, ha raccontato a Verissimo dall’amica Silvia Toffanin, la perdita di un figlio è qualcosa di inimmaginabile che non si può spiegare.

Ecco il racconto pieno di dolore del noto volto tv della Rai e, allo stesso tempo, la sua rinascita fino alla gioia immensa della nascita della sua secondogenita Cora. Infine, c’è spazio anche per un consiglio che solo chi ha passato e vissuto a pieno un dolore atroce, facendone tesoro in un certo qual modo, può raccontare.

Caterina Balivo, il dramma della perdita del figlio: “Se vivi il dolore non lo devi nascondere”

caterina balivo
Caterina Balivo al timone del programma di Rai Uno “La volta buona” (Ansa – Liquida.it)

La Balivo ha avuto modo di raccontare il dolore della perdita di un figlio, dicendo che per moltissimo tempo ha avuto modo, sbagliando, di nascondere il proprio dolore derivato dalla perdita, di non condividerlo né tanto meno raccontarlo a nessuno, soprattutto a sé stessi.

Quando, mentre si trovava al Niguarda per una visita, le è stato dato il drammatico referto, la donna ha subito preso l’auto e, piangendo, è arrivata in studio per la puntata che doveva registrare a Milano, in perfetto orario, timbrando il cartellino come se nulla fosse successo poco prima, come se quella notizia non esistesse.

Così è stato per tanto tempo, fino a quando, ad certo punto, tutto torna a galla e si è costretti, spesso in maniera violenta, a fare i conti con ciò che credevamo sommerso. Ed è proprio in quel momento che tutto fa ancora più male.

Per questo motivo il consiglio che Caterina Balivo ha provato, a Verissimo, a raccontare è questo: non commettete questo errore.

Impostazioni privacy