Truffa degli affitti, ci sono cascati in tantissimi: allerta in tutta Italia

Stai prendendo casa in affitto? Attento alle truffe che stanno dilagando nel web. Sono tanti gli annunci fasulli che circolano sui social.

Sono tante le persone che in questo periodo stanno cercando una casa in affitto e usano la rete per trovarla. Internet si dimostra un’occasione per trovare un’abitazione in pochi click e la maggior parte degli utenti oggi si affida a questo mezzo. Tuttavia, in questo periodo stanno girando tante truffe e sono migliaia le persone che purtroppo ci sono cascate perdendo i loro soldi.

Truffe degli affitti, ecco come ti fregano
Una nuova truffa degli affitti sta girando in Italia (liquida.it)

Nella recente truffa che sta girando in queste ore molti truffatori stanno chiedendo contratti di lavoro o buste paga per prelevare i dati del malcapitato. È vero che spesso le agenzie e privati chiedono garanzie per poter affittare una casa ed è proprio per questo che i malintenzionati riescono a gabbare le vittime.

Infatti recentemente alcune persone si sono viste aprire finanziamenti a loro nome, dopo aver ceduto i loro dati a terze persone. Questa pratica è molto dannosa perché può arrivare a bloccare qualsiasi possibilità di finanziamento al malcapitato, finito nella banca dati Crif. Ma ci sono anche tante altre truffe che stanno preoccupando gli italiani.

Truffe sugli annunci, i casi aumentano ma come si riconoscono?

Spesso anche le persone più esperte di internet possono essere imbrogliate e finire nella rete dei truffatori. Ci sono alcuni accorgimenti da adottare per riconoscere un annuncio truffa da quello che non lo è. Questo perché i malintenzionati si comportano tutti secondo lo stesso modus operandi per avere i soldi in anticipo della caparra e darsela a gambe o per avere addirittura i dati personali del malcapitato, come la carta di credito.

I segnali per riconoscere una truffa degli affitti
Come riconoscere una truffa (liquida.it)

Uno dei campanelli di allarme è quando una persona dichiara di non essere sul posto al momento. L’inserzionista dice che abita all’estero, ma chiede soldi in anticipo spesso di diverse mensilità. Molto spesso quando accade si rivela una truffa. Un altro tipo di raggiro è quando l’inserzionista chiede del denaro in anticipo o addirittura prima di far visionare la casa. Come metodo di pagamento dà solo carte prepagate o chiede addirittura i dati personali di chi risponde all’annuncio.

Un’altra caratteristica degli annunci falsi sono: inserzionisti con nomi e indirizzi email strani o profili social troppo recenti o privi di fotografie. Spesso gli annunci fake sono corredati da nessuna foto o da fotografie ritoccate (quasi professionali) o scaricate da internet. Nell’ultimo caso si può fare una verifica attraverso Google Immagini. Altre volte il prezzo dell’immobile è troppo basso rispetto a quello proposto dal mercato immobiliare o dalla concorrenza e il proprietario non risponde mai al telefono, ma solo via Facebook o email.

Impostazioni privacy