Sempre raffreddato anche d’estate? Non dare la colpa al condizionatore: sono queste le cause e neppure lo sai

Se sei sempre raffreddato anche d’estate non dare la colpa al condizionatore, ecco quali sono le cause: tutte le informazioni utili da conoscere.

È un fenomeno molto più comune di quello che si potrebbe pensare e ne soffrono diverse persone: il raffreddore in estate. Alle volte è solo un fastidio passeggero, altre invece può essere un problema più ricorrente, che si ripresenta più volte nel corso dell’estate. Ma da cosa dipende il raffreddore in estate? Cosa lo provoca? Molti danno la colpa all’aria condizionata ma non è propriamente esatto.

raffreddato estate condizionatore
Sempre raffreddato anche d’estate? Non dare la colpa al condizionatore: sono queste le cause e neppure lo sai (Liquida.it)

Il raffreddore è un disturbo che provoca congestione nasale, naso che cola e starnuti e può essere accompagnato da bruciori o dolori alla gola e anche da spossatezza, mal di testa, irritabilità, fino a dolori muscolari e febbre bassa. Si tratta di una infezione virale contagiosa che può essere causata da più di 200 tipi diversi di virus. Per questo è così comune.

Il raffreddore è comune nella stagione invernale, quando si trascorre molto tempo nei luoghi chiusi, frequentati da numerose persone, che possono trasmettersi i virus, del raffreddore e dell’influenza. Ci si contagia quando si è stretto contatto con persone raffreddate e quando ci si tocca inavvertitamente naso o bocca con le mani che hanno toccato superfici contaminate.

Precisate le cause e le modalità di contagio del raffreddore, come si spiega il fatto che questo disturbo si manifesta anche in estate? Qui di seguito vi diamo la spiegazione, ecco tutto quello che bisogna sapere.

Sempre raffreddato anche d’estate, non è colpa al condizionatore: ecco quali sono le cause

Il raffreddore è un’infezione virale che si prende dal contatto ravvicinato con persone raffreddate, soprattutto nei luoghi chiusi, o dopo aver toccato il viso con mani non pulite, entrate in contatto il virus. Si soffre di raffreddore anche nel cambio di stagione, il periodo in cui sono più frequenti gli sbalzi di temperature, con il passaggio repentino dal caldo al freddo e viceversa.

In questi casi, non sono il freddo o le correnti d’aria di per sé a far venire il raffreddore, piuttosto gli sbalzi di temperatura e le correnti indeboliscono le difese del nostro sistema immunitario che in questo modo è più esposto ai virus. Ecco spiegata l’origine di raffreddori, mal di gola e tosse. Il condizionatore c’entra? Sì e no.

raffreddato estate condizionatore
Proteggetevi dalle correnti anche in estate (Liquida.it)

Non è l’aria condizionata di per sé, per quanto forte, a causare il raffreddore ma il passaggio repentino da un ambiente molto caldo a uno molto freddo e viceversa. Questo sbalzo di temperatura non consente all’organismo una corretta termoregolazione, questo causa un abbassamento delle difese immunitarie e i tanti virus presenti nell’aria sono pronti ad aggredirci. Ecco perché viene il raffreddore anche in estate.

Il consiglio, dunque, è evitare il più possibile questi sbalzi di temperatura. Evitando, ad esempio, l’aria condizionata troppo forte e troppo bassa in casa e difendersi nei luoghi pubblici con un foulard o un maglioncino. Soprattutto sono da evitare gli abiti troppo leggeri in luoghi dove l’aria condizionata è molto bassa. Viceversa, non copritevi troppo quando fa molto caldo o nei luoghi con temperature elevate.

Il problema, poi, dei luoghi in cui si utilizzano condizionatori e impianti di climatizzazione è l’aria troppo secca. Negli ambienti al chiuso deve essere presente un adeguato livello di umidità, tra il 40% e il 60%. L’aria troppo secca, infatti, favorisce l’azione dei virus.

Impostazioni privacy