Questa pianta ha dei fiori spettacolari e si può tenere in vaso, sul balcone: la ammireranno tutti

Questa pianta è perfetta per il tuo balcone. Si può tenere in vaso e ha dei fiori bellissimi. Ecco quale è il suo nome e le sue origini

Mettere delle piante fiorite nel tuo balcone è una scelta estetica che regala sempre un tocco di colore e allegria alla tua casa. La primavera è ormai arrivata e stai cercando una pianta colorata per il tuo balcone. Le alternative sono tante, anche perché la stagione offre tantissime specie che fioriscono proprio in questo periodo.

pianta da tenere in balcone
Questa pianta si può tenere in balcone (Unsplash) – liquida.it

Tra le tante opzioni c’è una pianta meravigliosa che con i suoi fiori varia dal rosso al rosato e al bianco, ma anche lilla o azzurro. I fiori hanno una forma particolare a trombetta e sono raggruppati in piccoli mazzi. Questa specie è molto richiesta in primavera per abbellire il proprio balcone ed è perfetta anche per il tuo.

Una pianta dai fiori spettacolari: ecco qual è

Stiamo parlando dell’azalea, una pianta originaria della Cina, Giappone e altre zone dell’Asia. Tipica dei climi temperati, quindi primaverile per l’eccellenza, si nutre di luce, che è molto importante per la sua crescita. Tuttavia, è meglio evitare l’esposizione diretta ai raggi del sole.

Durante l’inverno, la pianta deve essere posizionata a sud, vicino a un muro per proteggerla dai venti freddi, invece durante l’estate, preferisce essere posta in luoghi a mezz’ombra e freschi. In inverno, la pianta può sopportare temperature anche sotto lo zero, ma è molto sensibile al vento. Infatti, è consigliabile coprire la parte aerea con un telo o posizionarla in casa o in una serra o accostarla a un muro che possa proteggerla.

pianta da tenere in balcone
L’azalea è una pianta orientale che si può tenere in vaso anche dentro casa. In foto un bonsai (Pixabay) – liquida.it
Il terreno ideale per le azalee dovrebbe essere acido, con un PH di 5, e ben drenato. È preferibile che sia ricco di elementi organici e miscelato con terriccio di foglie. Durante la fioritura, è consigliabile concimare il terreno ogni 15 giorni e ogni 15-20 giorni in estate. Inoltre, è importante non piantare le azalee troppo in profondità poiché hanno radici superficiali. Le annaffiature sono importanti, specialmente in primavera, estate e dopo il periodo di fioritura, evitando però di inzuppare il terreno. In inverno, bisogna annaffiare solo quando il terreno è troppo asciutto e sempre preferibilmente nelle prime ore del mattino o del tramonto.
L’azalea cresce benissimo in casa, aiutando anche a contrastare l’inquinamento domestico. L’azalea si può seminare all’inizio della primavera in un luogo riparato e non troppo freddo. Le piantine vanno rinvasate in contenitori singoli appena mettono almeno una coppia di foglie e verranno poste a dimora la primavera successiva. La fioritura è in maggio. Una volta che è maturata la fioritura, i fiori vanno asportati per procedere alla potatura della pianta a corto di areazione. Le uniche azalee che devono essere innaffiate tutto l’anno sono quelle sempreverdi. Se coltivate l’azalea in vaso, è necessario asportare i fiori appassiti e potare la pianta per garantire una sana crescita. 
Impostazioni privacy