Principe Harry, questa volta esagera, sudditi su tutte le furie: “Non pagheremo”

Pare che il principe Harry abbia commesso un altro passo falso che i sudditi della Corona inglese non sono disposti a tollerare. Ecco cosa è successo.

Qualunque cosa facciano vengono sempre riempiti di insulti e critiche. Stiamo parlando di Harry e Meghan, che dopo l’uscita del loro docu-film e del libro-scaldalo di Harry stanno attraversando un periodo a dir poco difficile. Abbandonati da molti dei loro vecchi amici e rinchiusi nella (quasi) totale solitudine della loro villa californiana super lussuosa, i Duchi di Sussex dovranno farsi molta forza a vicenda, ora più che mai.

harry meghan nei guai
Harry ne avrebbe combinata un’altra delle sue, ma stavolta i sudditi non sono disposti a mostrare tolleranza. (Ansa) – liquida

Anche perché i guai, per loro, sembrano non finire mai. Se a maggio Meghan dovrà affrontare (per l’ultima volta) la sua sorellastra in tribunale, dopo che quest’ultima l’ha querelata per diffamazione, Harry si trova al momento impelagato in una questione molto simile ma riguardante le famose guardie del corpo che nel 2021 aveva richiesto, per garantire la sicurezza della sua famiglia durante ogni visita in Inghilterra.

Guai per Harry e Meghan: stavolta i sudditi non sono disposti a tollerare

Dopo il rifiuto da parte della Famiglia Reale di fornire protezione armata a Harry e alla sua consorte, Harry ha dato il via a una battaglia lunghissima in tribunale che è costata ben cara ai sudditi inglesi: ben 300.000 sterline. Una cifra assurda, soprattutto se si pensa che in passato lo stesso Harry aveva precisato che non avrebbe mai voluto che i sudditi pagassero di tasca propria per la sua protezione in Inghilterra.

harry sorride
Il Principe Harry e la battaglia legale per l’ottenimento delle guardie del corpo: sudditi in rivolta. (Ansa) – liquida

In un modo o nell’altro, però, il popolo inglese dovrà sobbarcarsi le spese per la battaglia legale ancora in corso e la cosa ovviamente ha dato il via alle proteste. Anche il comandante di Scotland Yard, John O’Connor, si è scagliato contro Harry, dichiarando che il principe pretende guardie del corpo solo per non sfigurare agli occhi degli altri royals. Sembra, inoltre, che in molti abbiano dichiarato di non voler pagare un centesimo.

Il caso pare si stia comunque avviando alla sua conclusione (finalmente). Ad aprile, infatti, è attesa la sentenza del giudice, ma sembra tangibile la possibilità che Harry non ottenga quanto richiesto. Nel frattempo, stanno iniziando a circolare voci sui vari tentativi del principe di ricongiungersi al padre Carlo. Harry, infatti, sarebbe disposto a presenziare alla sua incoronazione (attesa il prossimo maggio) solo se prima ci sarà una riappacificazione, perlomeno parziale, con Carlo e William.

Un desiderio molto difficile da realizzare. Carlo, infatti, è molto preso con i preparativi per la cerimonia sempre più vicina, mentre William sembra ancora molto arrabbiato con il fratello a causa del suo libro. Staremo a vedere se le cose miglioreranno prima di maggio…

Impostazioni privacy