Perdi il Reddito di Cittadinanza ad agosto? Per te arriva la MIR, cos’è e a chi spetta

Gli italiani perderanno presto il Reddito di Cittadinanza. Al suo posto arriva la MIR, un’altra misura di sostegno. 

Tanti italiani non percepiranno più il Reddito di Cittadinanza. La legge di Bilancio del Governo Meloni ha imposto uno stop, che farà perdere il sussidio a milioni di italiani, già dal prossimo 31 dicembre, ma tanti lo perderanno anche prima di questa data, e più precisamente ad agosto. Il centro destra ha contestato l’Rdc da sempre, ritenendo più giuste altre misure per combattere la povertà.

nuovo sussidio per chi perde il Rdc ad agosto
Chi perde il Reddito di Cittadinanza avrà diritto a una nuova misura – Credit: Ansa – liquida.it

Questo perché tanti beneficiari, secondo il Governo, ricadono nella cosiddetta categoria degli occupabili poiché hanno l’età e le condizioni fisiche per svolgere un’occupazione. Ma adesso c’è chi chiede a gran voce l’introduzione di un nuovo sussidio che prende il nome di Misura Integrativa Regionale, e che dovrebbe sostituire l’Rdc.

Cos’è la MIR: spetterà a chi prendeva il Reddito di Cittadinanza

Il Governo come sopperirà al vuoto lasciato dal Reddito di cittadinanza? Nel 2024 entrerà in vigore una misura di sostegno alle famiglie fragili, quelle con minori, disabili o con anziani. Un’altra di più breve durata sarà destinata ai cosiddetti occupabili, ovvero a quelle persone in grado lavorare, che vanno dai 18 ai 59 anni di età.

a chi spetta la Mir che sostituisce il Reddito di Cittadinanza
A chi spetta la Mir e quando sarà approvata – liquida.it

Ma intanto le forze sociali della Campania hanno organizzato una raccolta firme per presentare alla Regione una petizione popolare con la quale si chiede una nuova misura che contrasti la povertà. La Campania è una delle regioni italiane con il più basso tasso di occupazione e il maggior numero di famiglie a rischio, nonché il più alto numero di beneficiari del Rdc.

La petizione sostenuta da Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista, Partito del Sud, Usb e altre associazioni locali chiede l’istituzione del Mir, ovvero la Misura Integrativa Regionale, che dovrebbe servire a sostenere tutte quelle persone che resteranno “orfane” del Reddito di Cittadinanza.

Si tratta di famiglie i cui membri non sono riusciti a trovare un’occupazione e non riusciranno a trovarla a breve, poiché vivono in contesti di esclusione e marginalità sociale. Sono persone considerate occupabili, di età tra i 18 e i 59 anni, le cui condizioni personali e famigliari, il livello di istruzione e altri fattori, di fatto, li escludono dal mercato del lavoro.

In Campania non ritengono sufficiente la misura decisa dalla Meloni, chiamata “Supporto per la Formazione e il Lavoro”. Questo perché la misura durerà solamente un massimo 12 mesi e sarà di importo pari a soli 350 euro al mese. Troppo poco per tante famiglie che in Campania cercano un’occupazione ma che si scontrano giornalmente con un mercato del lavoro asfittico.

Le firme raccolte sono tante e ora si attende che la proposta avanzata dalle parti sociali venga esaminate e approvata dall’ente regionale.

Impostazioni privacy