Perché ai bambini non piacciono le verdure: la scoperta dei ricercatori sorprende tutti

Se i vostri bambini rifiutano di mangiare le verdure non si tratta di semplici capricci. Dietro questo rifiuto c’è una ragione scientifica.

Sappiamo tutti quanto sia difficile far mangiare le verdure ai bambini. Le più detestate sono quelle di colore verde: ricche di vitamine e minerali preziosi. Tuttavia i ricercatori hanno scoperto che non si tratta di semplici capricci: c’è una ragione scientifica dietro il rifiuto di questa categoria di alimenti.

Perché i bambini rifiutano le verdure
La maggior parte dei bambini rifiuta le verdure/ Liquida.it

Diciamo la verità: anche noi adulti, potessimo, preferiremmo mangiare pizza e cioccolata piuttosto che zucchine e insalata. Tuttavia la consapevolezza di quanto le verdure facciano bene alla nostra salute, fortunatamente, ad una certa età prende il sopravvento sulla golosità. O almeno si spera. Per i bambini non è così e far loro mangiare le verdure è una vera impresa.

Insalata, pomodori, spinaci, broccoli, zucchine, pomodori: non c’è niente da fare, la maggior parte dei bambini le detesta. Va un po’ meglio con la frutta che, di solito, anche sotto forma di frullato, risulta più gradita. Tuttavia i medici sono chiari: la verdura è l’alimento in assoluto più salutare che si possa mangiare. Gli ortaggi, infatti, sono una miniera di vitamine e minerali fondamentali durante l’infanzia. Dovremmo mangiarne almeno tre porzioni ogni giorno.

Ecco perché i bambini rifiutano le verdure

Se vostto figlio o vostra figlia rifiuta le verdure, non arrabbiatevi troppo: c’è una spiegazione scientifica. Un recente studio ha, infatti, fatto chiarezza sul perché quasi tutti i bambini detestino così tanto questa categoria di cibi. La ragione vi sorprenderà.

Perché ai bambini non piacciono le verdure
C’è una spiegazione scientifica dietro al rifiuto dei bambini verso le verdure/ Liquida.it

Da piccoli abbiamo un forte istinto di autoconservazione. Ed è proprio per questo motivo che i più piccoli rifiutano gli ortaggi: per salvarsi la vita. Non ci crederete ma è proprio così. Secondo una ricerca condotta dagli studiosi dell’Infant Cognition Center of Yale, negli Stati Uniti, il rifiuto ad ingerire verdure deriverebbe dal non voler ingerire tossine vegetali. Tutto questo, naturalmente, avviene a livello inconscio nel bambino. I ricercatori hanno esaminato un campione di 47 bimbi di età compresa tra gli 8 e i 18 mesi: posti di fronte a verdure sia naturali sia di plastica, i bambini tendevano a stare alla larga solo dagli ortaggi naturali. Quindi se vostro figlio non vuole saperne neanche di assaggiare gli spinaci, i pomodori o le zucchine in realtà lo sta facendo per proteggersi.

Crescendo questo disprezzo verso gli ortaggi, piano piano, tende ad essere superato. L’importante è dare il buon esempio e farci vedere dai più piccoli mentre mangiamo con gusto le verdure ad ogni pasto. È fondamentale giocare d’astuzia e portare a tavola piatti molto colorati abbinando diverse verdure tra loro. Infine può essere utile proporre le verdure anche sotto forma di polpette, burger o torte in modo da mascherarle un po’ e renderle più invitanti e appetitose.

Impostazioni privacy