Parcheggiatori abusivi addio per sempre: cosa devi sapere e cosa dice la legge

Oramai in tutte le città italiane è presente il problema legato ai parcheggiatori abusivi. Ecco in merito cosa dice la legge

Quello dei parcheggiatori abusivi è oramai un fenomeno che dilaga in tutte le città italiane. Spesso questi, oltre a rappresentare un problema per cittadini e turisti, potrebbero rappresentare anche un pericolo da non sottovalutare. Il loro ‘lavoro’ è svolto principalmente nelle aree di sosta gratuite o a pagamento.

Parcheggiatori abusivi addio
Come difendersi dai parcheggiatori abusivi grazie alla legge (Ansa)-liquida.it

Il ‘servizio’ che teoricamente il parcheggiatore abusivo dovrebbe garantire è quello di proteggere e controllare i veicoli dei guidatori in cambio di una mancia. Purtroppo il parcheggiatore non effettuerà mai la guardia alle vetture, ma se il guidatore non dovesse pagare potrebbe fare i conti con una vendetta del parcheggiatore, che arriverebbe anche a graffiare il veicolo del malcapitato.

Ecco come la legge dice di comportarsi con i parcheggiatori abusivi

Con riferimenti al Codice della Strada e alle sentenze emesse dalla Corte di Cassazione, il guidatore ha numerosi strumenti con cui fronteggiare i parcheggiatori abusivi, evitando di pagarli. Per identificare quando un parcheggiatore è abilitato o meno a questa professione, basti pensare che solitamente quelli autorizzati custodiscono i veicoli in aree di sosta privata, mentre quelli abusivi si trovano principalmente nelle aree di sosta pubblica, dove teoricamente nessuno dovrebbe chiederci dei soldi per parcheggiare.

Parcheggiatori abusivi addio
Cosa dice la legge sui parcheggiatori abusivi: commettono reato? (Ansa)-liquida.it

Quindi sapendo che a loro nulla è dovuto per questo falso servizio, la paura del guidatore è legata principalmente nel rischio di subire una ritorsione. Quindi è qui che interviene la legge, spiegandoci come questa forma di abusivismo sia illegale e sanzionabile con una multa. I procedimenti penali, invece, verrebbero messi in atto solo nel momento in cui ci siano delle aggravanti.

Le sanzioni per i parcheggiatori abusivi, oscillano tra i 769 euro e i 3.095 euro, ma se questi è recidivo, la multa potrebbe anche raddoppiare. Il Codice della strada, in merito a questo problema interviene con l’articolo 7, comma 15-bis, dove viene affermato che:

” In tutte le circostanze in cui il fatto costituisce un reato, coloro che esercitano abusivamente l’attività di parcheggiatore o di guardiamacchine, quindi senza essere in possesso di autorizzazione per svolgere questo compito, sono puniti con una sanzione amministrativa che oscilla tra i 769 e i 3.095 euro. Se in questa attività è incluso anche l’impiego di minori o se vi è una situazione di violazione recidiva, viene applicata una pena con l’arresto da 6 mesi ad 1 anno e un’ammenda tra i 2.000 e i 7.000 euro. In ogni situazione è disposta la confisca delle somme percepite”.

La Corte di Cassazione invece, ha disciplinato anche molte vicende che hanno creato un precedente. Una delle sentenze più importanti è sicuramente la 15936/2013, la quale definisce che l’attività di parcheggiatore abusivo crei un illecito amministrativo, ma senza costituire reato. Il reato viene commesso nel momento in cui il parcheggiatore rivolge minacce all’automobilista, o se richiede a questi denaro. Nel caso di richiesta di un compenso, l’arresto va dai 5 ai 10 anni, con aggiunta di una multa che oscilla tra i 1.000 e i 4.000 euro.

Impostazioni privacy