Le isole più belle e meno turistiche d’Italia: qui non trovi nessuno e stai benissimo

Vuoi andare in vacanza su un’isola bellissima e poco frequentata? In Italia c’è l’imbarazzo della scelta! Te ne facciamo conoscere alcune. 

Chi non ha mai desiderato andare in vacanza su un’isola tranquilla, a contatto con il mare e la natura ma senza la folla delle località turistiche più famose! Un luogo senza troppe comodità, silenzioso e profumato di mare ed erbe selvatiche per godere di una vera e propria immersione nella natura selvaggia. Ebbene, sappiate che di posti così in Italia ce ne sono tanti

Esistono isole poco affollate-scoprile
Vuoi una vacanza su un’isola selvaggia? Scoprila in Italia-liquida.it

La nostra penisola ha isole maggiori e minori di una bellezza mozzafiato! Spesso andiamo a cercare scorci di mare incantevoli in altri continenti e non ci rendiamo conto di avere un patrimonio naturalistico e marino bellissimo.

Se abbandoniamo per un attimo l’idea della vacanza mondana e del divertimento a tutti i costi, possiamo guardarci intorno e trovare mete turistiche meno affollate, dove fare un’esperienza straordinaria: noi, il mare, la natura.

Ecco alcune delle isole meno frequentate e più selvagge d’Italia

Da nord a sud della nostra penisola le isole poco frequentate sono molte, e vale sicuramente la pena provare a cambiare itinerario quest’estate. Scopriamo assieme quelle che regalano una natura meravigliosa senza la folla di turisti.

Le isole italiane meno frequentate
Scegli le isole italiane meno affollate per le vacanze-liquida.it

Le isole italiane da più belle e meno turistiche:

  • Linosa: è in Sicilia, precisamente vicino a Lampedusa, in mezzo al mare tra la Tunisia e la Sicilia. È di origine vulcanica, è nera infatti per la roccia lavica e ha coste molto alte e ricche di insenature; è poco frequentata e per niente turistica. Intorno al piccolo porto si erge il centro abitato e da qui si parte sia per fare escursioni a piedi in mezzo alla macchia mediterranea, sia per le spiagge che sono sabbiose. Il mare è ricco di fauna e infatti è il paradiso dei subacquei.
  • Alicudi: fa parte delle isole Eolie ed è la più selvaggia e isolata ma è un vero paradiso. Conta un centinaio di abitanti, ci sono solo pochi negozi essenziali e ci si sposta solo a piedi o in barca. Bisogna fare scorta di ciò che ci occorre se vogliamo passare dei giorni ad Alicudi: il suo fascino è proprio vivere con l’essenziale in sintonia con il mare e la natura.
  • Filicudi: fa sempre parte delle Eolie e geologicamente è la più antica. Aspra e selvaggia è ricca di felci, fichi d’india ed erica; è il cono emerso di un vulcano spento. Le spiagge, di origine vulcanica, sono costituite da ciottoli neri; la più bella si raggiunge a piedi dal molo ma il giro in barca è d’obbligo per rendersi conto della bellezza dell’isola vista dal mare.
  • Giannutri: siamo nell’arcipelago toscano, è un’isola piccolissima consacrata alla dea Artemide; ha solo due approdi e relative spiagge di ghiaia ma soprattutto è un paradiso per i sub: il fondale è ricchissimo di dio biodiversità. Regnano il silenzio e la natura incontaminata insieme alla 20 persone che la abitano. 
  • Palmaria: isola incontaminata nel golfo di La Spezia in Liguria; è piccolissima, è stata un’area militare ma, grazie all’accordo fatto tra la Marina Militare e il comune di Portovenere, è diventata meta di un certo tipo di turismo green; le spiagge non sono facilmente raggiungibili in quanto la costa è molto alta. L’isola, patrimonio dell’Unesco, è abitata da 50 fortunati abitanti.

 

Impostazioni privacy