Le caramelle più famose d’Italia al centro della bufera: ecco cosa ha messo in allarme i consumatori

Al centro di una forte polemica le caramelle più consumate d’Italia: cosa sta succedendo ai dolcetti preferiti dai bambini?

Le caramelle, uno sfizio unico senza eguali. Come coccola o ricompensa, sono buonissime e si può proprio affermare quanto una tiri l’altra, in particolare le gelatine di frutta, amatissime dai bambini. Oltretutto queste ultime si possono realizzare anche a casa, facilissime e veloci, che faranno impazzire tutta la famiglia, dalle forme più disparate, sia classiche che originali.

Allerta alimentare per le caramelle
Le caramelle di un marchio famosissimo sono le protagoniste di un’intricata vicenda – Liquida.it

Per quanto siano accattivanti, è pur vero che consumarne troppe non aiuta la salute anzi si svilupperebbero patologie rilevanti, a causa di un’assunzione eccessiva di zuccheri, come il diabete oppure la formazione della carie ai denti, poco gradevole, soprattutto quando ci si deve recare dal dentista. Non solo ma recentemente, una specifica tipologia di questi prelibati dolcetti è risultata particolarmente dannosa.

Tuttora sono soggetti a ‘incriminazione’ perché ancora la bufera non si è placata. Infatti, ancora se ne parla, cercando di capirne le motivazioni e soprattutto le ragioni che hanno portato ad alcune decisioni e all’assunzione di scelte opposte. Cosa sta succedendo alle caramelle più golose e famose in Italia? Di seguito, si riportino tutti i dettagli di questa dolcissima ma complicata vicenda.

E’ allarme per i consumatori, le caramelle non sono quello che sembrano

Un fatto allarmante per molte famiglie perché le tanto bramate caramelle potrebbero risultare sospette. Attenzione dunque agli acquisti, per quanto sia comprensibile esagerare perché è difficile resistere alla tentazione zuccherina. La realtà è però un’altra, molto più controversa e complicata, per cui, a questo proposito, ecco cos’è accaduto veramente.

Allerta alimentare per le caramelle
Le Chupa Chups Tubes Mini ritirate dal mercato per un’anomalia di etichetta – Liquida.it

Andiamo con ordine. Il giorno 11 aprile il Ministero della Salute, durante una delle sue incursioni inerenti alle allerte alimentari, ha ritirato dal mercato le Chupa Chups Tubes Mini, per l’assenza della dicitura ‘può contenere tracce di glutine‘ in etichetta, con un provvedimento parziale poiché manchevole di alcune informazioni riferenti al prodotto medesimo nonché la motivazione del richiamo.

Il giorno seguente quella stessa disposizione è stata aggiornata, aggiungendo quindi le voci mancanti ma poche ore dopo l’ordinanza è stata revocata perché le caramelle incriminate non sono distribuite in Italia. Aleggia ancora forte perplessità tra i consumatori, oltre che timore, soprattutto da parte di coloro affetti da intolleranza al glutine, in quanto ci si domanda per quale ragione aggiornare tale provvedimento se dopo si decide di revocarlo.

Si è pervenuti comunque ad una descrizione generica di codeste Chupa Chups, a forma di piccoli tubetti colorati e zuccherini, in una confezione da 175 g con scritte riportate in francese e il cui numero di lotto è L2082. Naturalmente, chiunque sia venuto casualmente in possesso di queste caramelle ed è consapevole del proprio stato di celiachia oppure qualche conoscente, si prega tassativamente di non consumarle.

Ancora una volta, com’è giusto che sia, si è pensato prioritariamente alla salute dei consumatori, smascherando questa situazione truffaldina in quanto qualsiasi sia la presenza di allergeni, è obbligatorio specificarlo in etichetta.

Impostazioni privacy