I dolcificanti sono davvero preferibili allo zucchero? Quello che dovresti sapere

La diatriba riguardante i dolcificanti come solida alternativa allo zucchero potrebbe finalmente aver trovato una soluzione definitiva.

Il consumo dello zucchero deve avvenire con parsimonia. Questo poiché un utilizzo smisurato potrebbe esporre l’organismo a delle complicazioni in alcuni casi irreparabili. A questo proposito, tra la comunità degli esperti si è diffusa una diatriba piuttosto accesa. Ovvero l’uso del dolcificante come valida alternativa rispetto allo zucchero. Ma è realmente così semplice? Beh, non così tanto come in realtà si crede.

Lo zucchero può essere letale
Prodotti senza zucchero: ecco i lati positivi (Liquida.it).

I dolci zuccherati piacciono a tutti, ma un consumo eccessivo soprattutto in questi casi può portare a dei problemi di salute da non prendere alla leggera. Uno dei più comuni è il diabete, senza contare anche tutti i problemi cardiaci che potrebbero insorgere. Insomma, a disposizione si può avere ben più di un motivo valido per moderarsi. Molte persone, per non perdere il gusto del dolce pur prestando attenzione, usano gli additivi. Meglio noti come “dolcificanti”, costituiscono a tutti gli effetti una valida opzione.

Ne esistono di varie tipologie, ci sono per esempio quelli contenenti piccole percentuali di alcol al loro interno, come il mannitolo. Esistono poi quelli sintetici, come per esempio l’aspartame. Una volta sviscerate le varie tipologie esistenti, si deve passare alla solita lista dei pro e dei contro. Tra i vantaggi dei prodotti senza zucchero, contenenti dunque dolcificanti, troviamo sicuramente una circolazione del sangue non alterata. Senza contare inoltre l’impatto positivo sulla salute in generale, dato che lo zucchero intacca per forza di cose.

Nel prossimo paragrafo, per coerenza e per cronaca, verranno elencati di conseguenza anche i punti negativi dei dolcificanti. Sono assolutamente da prendere in considerazione, così come anche quelli positivi naturalmente.

Punti negativi dei dolcificanti

I dolcificanti hanno anche dei contro, oltre ai soliti pro che buona parte degli alimenti esistenti possiedono. Il gusto, per esempio, è notoriamente diverso rispetto allo zucchero. Qualcuno potrebbe dunque trovarlo difficile da ingerire, con un retrogusto quasi amaro per certi aspetti. L’assenza dello zucchero, inoltre, potrebbe portare gli individui ad un consumo superiore. Cosa da evitare senza se e senza ma, a prescindere dall’assenza dello stesso.

Dolcificante: pro e contro rispetto allo zucchero
Attenzione ai “contro” del dolcificante (Liquida.it).

Ultimo ma non per importanza, l’impatto negativo sulla salute intestinale. Da non sottovalutare, è stato scoperto infatti che se si assume un certo quantitativo di dolcificante – equivalente al consumo di due bibite dietetiche che lo contengono – aumenta il rischio che l’escherichia coli e l’escherichia faecalis riescano ad aderire al tessuto delle cellule intestinali. Questo, qualora si dovesse verificare, potrebbe comportare non poche problematiche.

Impostazioni privacy