Festival di Sanremo, Amadeus nel mirino di due leggende della musica: “È andato tutto a put***e”

Il direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo, Amadeus, ha ricevuto delle pesanti critiche da due pilastri della musica: chi sono

Conduttore del Festival di Sanremo da ormai diverse edizioni e riconfermato direttore artistico anche per il prossimo, Amadeus ha decisamente rinnovato l’evento musicale più atteso d’Italia.

Amadeus demolito da due leggende della musica
Amadeus, critiche al suo Sanremo: ecco chi gliele muove (liquida.it / ansafoto)

Per la prima volta, infatti, sono arrivati sul palco dell’Ariston artisti giovanissimi e anche piuttosto controversi, appartenenti a generi musicali che fino a prima dell’avvento di Amadeus non si erano mai visti inclusi nel Festival.

Proprio per questo motivo, Amadeus è stato fin da subito molto apprezzato come direttore artistico e come conduttore, nonostante qualche scivolone soprattutto in merito alle co-conduttrici femminili. Nelle ultime ore, però, a criticare proprio la sua gestione musicale di Sanremo sono due pilastri: ecco chi sono e le loro parole.

Mogol e Mario Lavezzi contro Amadeus: commenti al vetriolo

Come sempre, non si può piacere a tutti. Nel condurre e nel fare le scelte di un festival come quello di Sanremo, è scontato che qualcuno ne uscirà contento e qualcun altro invece deluso: fa tutto parte del gioco. A criticare alcune decisioni del direttore artistico, però, oggi sono due leggende della musica italiana: Mario Lavezzi e Mogol.

Amadeus demolito da due leggende della musica
Amadeus, critiche al suo Sanremo: ecco chi gliele muove (liquida.it / ansafoto)

Intervistati da Rolling Stone, i due pilastri della musica italiana non si sono trattenuti, quando interrogati in merito a Sanremo. “L’eccellenza dov’era? Non c’era!” dicono senza paura. Secondo loro, prima c’era gente competente a selezionare le canzoni, “…poi è andato tutto un po’ a pu**ane, diciamoci la verità” hanno aggiunto, usando parole anche molto forti e insolite per loro. Per Mario Lavezzi, inoltre, questo Sanremo 2023 ha anche l’amaro in bocca perché un brano scritto da lui è stato bocciato.

Si tratta di “Una storia infinita“, canzone che l’artista ha portato alle selezioni del Festival cantandola insieme a Cristina Di Pietro che, però, non è stata ammessa. I fan di Lavezzi possono però ascoltarla in un disco pubblicato in questi giorni: si chiama Capolavori Nascosti e contiene 13 brani scritti a quattro mani da Lavezzi e Mogol e condivisi con alcuni dei più famosi artisti italiani. Chissà se gli ascolti di questo disco daranno sollievo all’amarezza di non essere stati ammessi a Sanremo e soprattutto chissà se, dopo il rifiuto di quest’anno, Lavezzi ci riproverà ancora a salire sul palco dell’Ariston.

Impostazioni privacy