Come riconoscere un vero Tiffany da un’imitazione, attento a questi particolari

È possibile, ad occhio nudo, riconoscere un vero gioiello Tiffany da un’imitazione? Assolutamente sì e noi vi spieghiamo come fare.

I gioielli di Tiffany sono sinonimo di eleganza e raffinatezza. Tuttavia, purtroppo, abbondano le imitazioni. In questo articolo vi spieghiamo come riconoscere un originale da un falso.

Gioielli Tiffany, come riconoscerli
Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany- Liquida.it

Chi non ricorda la splendida Audrey Hepburn ammantata di gioielli in quello che divenne uno dei film più amati della storia del cinema? Tiffany, per noi donne, è sinonimo di raffinatezza, eleganza sobria e misurata: ci fa sentire un po’ principesse, esattamente come si sentiva Audrey Hepburn mentre passeggiava davanti a quelle luccicanti vetrine.

Purtroppo, come per tutti i grandi marchi, anche Tiffany non fa eccezione e le imitazioni abbondano. Vendere e acquistare falsi è illegale, sia chiaro. E, onestamente, non si fa nemmeno una bella figura se si viene scoperti a sfoggiare e magari pure a esibire un gioiello che non è autentico. I gioielli di Tiffany, poi, hanno dettagli che li rendono inconfondibili e un falso si può riconoscere anche se non si è grandi esperti.

Tiffany: ecco come riconoscere un’imitazione

Vi hanno regalato un gioiello Tiffany ma avete il fortissimo sospetto che sia solo un’imitazione? Noi vi sveliamo i 5 trucchi per distinguere un autentico Tiffany da un falso.

Gioielli Tiffany e imitazioni, i dettagli per non sbagliare
I gioielli di Tiffany hanno dettagli inconfondibili -Liquida.it
  • Se a effettuare l’acquisto è il vostro partner o una vostra amica, suggerite loro di comprare solo nei negozi o sul sito web ufficiale del brand. Si badi bene: il sacchetto dentro cui viene messo o inviato il regalo è sempre e solo color Tiffany, con i manici in corda bianca e il logo centrale.
  • Occhio alla scatoletta che racchiude il gioiello: quelle originali non sono lisce ma in cartone butterato e anch’esse rigorosamente color Tiffany. Inoltre le scatole originali sono contornate da un fiocco di raso bianco di 2 centimetri. Solo durante le feste di Natale il nastro può essere rosso.
  • L’interno della scatola deve sempre contenere un sacchettino in velluto dentro il quale c’è il gioiello. Anche il sacchettino rigorosamente color Tiffany.
  • Ogni ciondolo della collezione Return to Tiffany ha riportata la dicitura “T&Co. AG925″ sia sul retro sia sull’asola che lo lega alla collana o al bracciale prescelto. Uniche eccezioni i ciondoli a forma di cuore azzurro o rosa nel formato piccolo in cui non vi è spazio per la dicitura.
  • L’ ultimo elemento che contraddistingue un vero Tiffany da un falso, sono due scritte: ogni catenina o braccialetto della collezione deve riportare “Tiffany&Co” vicino alla chiusura e “AG925” sul retro.

Infine, piccola riflessione, se non potete permettervi un gioiello Tiffany per voi stesse o per una persona cara, non c’è nulla di cui avere timore o vergognarsi. Piuttosto che ricorrere a un’imitazione, meglio optare per qualcosa di più semplice e meno impegnativo. Se si tratta di un regalo anche un bel mazzo di fiori può lasciare a bocca aperta. E ricordiamo: Audrey sarebbe stata Audrey anche senza i gioielli di Tiffany.

Impostazioni privacy