Come lavorare con lo chef Cannavacciuolo: da Villa Crespi a Laqua, le figure richieste

Personaggio televisivo, ma, soprattutto, chef di fama mondiale: ecco come lavorare con Antonino Cannavacciuolo. Le posizioni aperte.

Chi è appassionato di cucina probabilmente ha un sogno: lavorare con lui. Parliamo, evidentemente, di Antonino, chef stellato Michelin, personaggio amato e imprenditore di successo, incarna la passione per la cucina in ogni piatto che crea. Oggi vi diremo come inoltrare la domanda per entrare nel magico mondo della cucina di questo chef.

Antonino Cannavacciuolo
Lavorare per Antonino Cannavacciuolo foto: antoninocannavacciuolo.it – (liquida.it)

Nato a Vico Equense, Napoli, nel 1974, Cannavacciuolo ha iniziato il suo percorso culinario sin da giovane. La sua formazione lo ha portato a lavorare con chef rinomati in Italia e all’estero, un’esperienza che ha contribuito a plasmare il suo stile eclettico e raffinato. Ovviamente, gran parte della fama mainstream di Cannavacciuolo si deve alla televisione.

Da diverse edizioni è infatti giudice del cooking show “MasterChef Italia”, ma lo ricordiamo anche nell’esilarante programma “Cucine da incubo”. Il cuoco è diventato un volto noto del piccolo schermo grazie alla sua partecipazione in programmi televisivi dedicati alla cucina. La sua personalità calorosa e la capacità di trasmettere la sua passione per il cibo hanno fatto sì che diventasse un idolo culinario per molte persone. Ma, ovviamente, l’attività principale rimane quella della ristorazione. Ebbene, oggi vi sveleremo come poter lavorare con uno degli chef più apprezzati al mondo.

Come lavorare con Antonino Cannavacciuolo

La svolta nella carriera di Antonino Cannavacciuolo è arrivata nel 2003, quando ha aperto il suo ristorante, il “Ristorante Villa Crespi” sulle sponde del Lago d’Orta. In breve tempo, il locale ha guadagnato una stella Michelin, sottolineando l’eccellenza della cucina proposta. La sua abilità nel bilanciare sapori tradizionali con un tocco contemporaneo ha conquistato il palato degli appassionati di gastronomia. In un’intervista recente ha sottolineato l’importanza di preservare la tradizione culinaria italiana, pur introducendo elementi innovativi. La sua filosofia si riflette nei suoi piatti, che uniscono il gusto autentico con una presentazione moderna.

Lavorare con Cannavacciuolo
Come lavorare con Antonino Cannavacciuolo foto: Ansa – (liquida.it)

“No CV, only stories” scrive nella pagina del sito ufficiale Antonino dove ci si può candidare. Non ci sorprende proprio per quello che abbiamo appena detto: la capacità di saper portare eleganza, senza dimenticare le origini. Sul sito ufficiale dello chef c’è una pagina dove può essere inviata una candidatura spontanea e dove, ad oggi, troviamo diverse posizioni aperte. Ecco quali.

Per quanto concerne Villa Crespi ricerca: chef per i primi, chef de rang e commis di bar, demi chef de partie. Villa Crespi è la struttura che cerca più personale, compresi un portiere di notte e un sommelier. Per quanto riguarda, invece, il Cannavacciuolo bistrot di Torino: commis di cucina, commis di sala. Laqua by the lake a Pettenasco ricerca personale di cucina e personale di sala, mentre Laqua Vineyard a Terricciola ricerca personale di sala. Ricercati, infine, diversi front office agent, tanto per Villa Crespi, quanto per Laqua by the lake e Laqua Vineyard. Allora, che aspetti a candidarti?

Impostazioni privacy