Colombe Pasquali, compra queste e non te pentirai: sono di ottima qualità

Alla ricerca delle colombe Pasquali migliori sul mercato per concludere in dolcezza il ricco pranzo della domenica. Ma quali sono quelle di ottima qualità? Non ci resta che scoprirlo insieme!

Tra le varie certezze e le riflessioni che la Pasqua ci offre, una è pressoché granitica: la colomba per il pranzo della domenica non può di certo mancare. Motivo per cui già da inizio marzo i supermercati, le pasticcerie del centro e anche i forni hanno cominciato a produrre a oltranza il dolce simbolo delle festività pasquali, certi di un riscontro e di una domanda più che positiva da parte dei consumatori.

Colombe pasquali
Colombe pasquali migliori – Liquida.it

Insomma, la colomba ormai è una di quelle tradizioni culinarie difficile da scardinare, anche perché avrebbe radici profonde. Si pensa, infatti, che questo dolce risalga addirittura all’Alto Medioevo. Nel VI secolo, una ragazza avrebbe fatto preparare per la prima volta questa dolce a forma di colomba come dono e segno di pace da offrire al re longobardo Alboino per porre fine all’assedio di Pavia. Ma non solo.

La forma a colomba del dolce, infatti, non sarebbe per nulla casuale. I longobardi la scelsero nel 1176 per simboleggiare la loro vittoria sul Sacro Romano Impero quando all’improvviso apparvero due colombe sul campo di battaglia. Ma leggenda e tradizione a parte, quali sono le migliori sul mercato oggi?

Colombe Pasquali, non tutte sono uguali: ecco le migliori in commercio

Proprio per la vastissima offerta e la varietà di gusti incredibili che possiamo trovare, non è sempre semplice scegliere il prodotto migliore. Tuttavia, queste cinque colombe, scelte appositamente dal team di QualeScegliere.it, sicuramente sono di qualità superiore sia per il rapporto qualità/prezzo che per la varietà di composizione. Ma partiamo dalla prima colomba.

Colomba aperta
Top five colombe pasquali – Liquida.it

MAINA – COLOMBA SENZA LATTOSIO

Pensata per chi è intollerante al lattosio e lavorata artigianalmente, la colomba Maina – oltre ad avere un basso contenuto di lattosio (0,01%) – è impreziosita dai canditi e da una croccante glassa di nocciole. Ma non mancano ovviamente le decorazioni con mandorle intere e granella di zucchero. Il costo della colomba è all’incirca di 10 euro.

BAULI – COLOMBA CIOCOSOFFICE

Questa colomba è perfetta per chi adora il cioccolato fondente extrafondente che si presenta all’interno sotto forma di gocce e all’esterno in cubetti. Ma non solo. Per renderla ancora più cioccolattosa, la glassa è al cacao con zucchero a velo. Il costo della colomba è all’incirca di 10,90 euro.

TRE MARIE – COLOMBA MAGNIFICA EDIZIONE SPECIALE

In questo caso nomen omen: l’impasto realizzato senza uvetta e con tuorli d’uovo fresco di galline da allevamento a terra conferisce alla colomba un gusto sopraffino. Ma non solo. Lievitato 72 ore con lievito madre, burro francese AOP Charentes-Poitou, il dolce si contraddistingue dagli altri proprio per la sua morbidezza già dal primo morso. La decorazione con scorzoni di arance siciliane e mandorle, poi, da quel quid in più di sapore che non guasta mai. Il costo della colomba è all’incirca di 16,10 euro.

GALUP – COLOMBA TRADIZIONALE 750 GRAMMI

Senza uvetta e arricchita da agrumi canditi, glassa alle nocciole, granella di zucchero e mandorle intere, la colomba Galup non solo è buona, golosa ed estremamente soffice grazie alla lievitazione naturale, ma ha anche un apporto calorico abbastanza contenuto per essere un dolce così ricco. Insomma, è perfetta per chi vuole sgarrare, ma non troppo. Il costo della colomba è all’incirca di 21,75 euro.

LINDT – COLOMBA DOPPIO CIOCCOLATO

E infine, un tripudio di cioccolato grazie alla colomba della Lindt. Il punto forte del dolce, infatti, è proprio il mix di cioccolato al latte e fondente che si trova all’interno dell’impasto sotto forma di gocce di cioccolato. La lievitazione naturale, poi, fa il resto. Il costo della colomba è all’incirca di 26,10 euro