Cipolle nelle calze durante la notte: perché alcuni lo fanno, non ci crederete mai

Hai mai provato a mettere le cipolle nelle calze durante la notte? Ecco perché molti lo stanno facendo: davvero incredibile!

La cipolla è uno degli alimenti che non deve mai mancare nella nostra casa. Può essere utilizzato in ogni condimento, per dargli maggiore sapore, soprattutto per creare il cosiddetto ‘soffritto’.

mettere cipolle nelle calze
Perché mettere le cipolle nelle calze (Liquida.it)

Ma può essere anche utilizzato per creare piatti davvero squisiti, quali la frittata di cipolle e la genovese, piatti dal sapore unico ed inimitabile. Ma se vi dicessimo che molto spessa viene utilizzata anche per altro?

Per esempio, molte persone stanno mettendo le cipolle nelle calze durante la notta, perché lo fanno? Scopriamo insieme il significato nascosto di questa pratica e soprattutto cerchiamo di capire se davvero funziona. Siete pronti?

Molti mettono le cipolle nelle calze, ma perché? Ecco svelato il reale motivo

Sempre più persone tendono a mettere, negli ultimi tempi, delle cipolle nelle calze prima di andare a letto. Ma come mai? Perché questa tecnica sta spopolando sul web? E soprattutto, funziona davvero? La prima cosa da sapere è che questa tecnica viene messa in pratica quando ci si è beccati un raffreddore, e viste le basse temperature che hanno colpito l’Italia in questa settimana, potrebbe essere questo il periodo adatto. Prima di ricorrere ad antibiotici, antinfiammatori o di correre dal medico, possiamo adoperare alcuni rimedi naturali per far sì che il raffreddore scompaia in men che non si dica.

benefici cipolle nelle calze
I benefici delle cipolle nelle calze (Liquida.it)

Ebbene, anche se l’odore non è gradevole e molti sono restii nel mettere in pratica questa tecnica, quest’ultima funziona davvero. Ovviamente deve essere effettuata quando il raffreddore non è ‘grave’, ovvero non ha bisogno di medicinali per essere curato. Secondo Kiran Dalal, il dietista del Fortis Escorts Hospital, la cipolla è davvero efficace perché è piena di zolfo, il quale entrando in contatto con la pelle (in questo caso a contatto ravvicinato) tende ad uccidere batteri e virus presenti nel nostro corpo. In questo modo si regolano i valori sanguigni e si riduce la presenza dell’influenza nel nostro organismo.

Ovviamente tutto ciò è solo un’ipotesi o un vecchio rimedio della nonna che può essere provato per scoprirne l’efficacia, ma non ha alcuna valenza scientifica. Dunque non è detto che funzioni al 100%, ma provare di certo non ci farà male. Il dubbio che affligge tutti non è tanto nell’efficacia dell”esperimento’, ma nel cattivo odore che, dopo, possono emanare i nostri piedi. Solitamente viene effettuato durante la notte, in modo che al mattino possiamo lavarli ed essere profumati come non mai.

Impostazioni privacy