Ciliegie, frutto delicato: il modo migliore per conservarle

Le ciliegie devono essere conservate nel modo corretto per preservare le loro proprietà nutrizionali. Ecco dei consigli utili per non sbagliare.

In tanti non riescono a resistere al sapore delle ciliegie, dolce ma a tratti leggermente acidulo. Da citare poi sono le proprietà del frutto in esame che a conti fatti lo rendono ideale da inserire regolarmente all’interno della propria dieta. Proprio per preservarne le caratteristiche nutrizionali e il suo sapore, è importante sapere come conservarle correttamente.

Come conservare le ciliegie
Bisogna fare molta attenzione al modo in cui sono conservate le ciliegie – Liquida.it

Di seguito vi sveliamo tutti i segreti che riguardano la conservazione di questo frutto. Grazie a questi consigli sarà possibile consumare tutto l’anno le ciliegie e oltretutto sarà possibile farlo in totale sicurezza.

Ciliegie, consigli utili su come conservarle

Prima di procedere con lo svelarvi tutti i trucchi più efficaci per consumare le ciliegie ogni volta che si vuole, è importante sottolineare i benefici che sono in grado di apportare all’organismo. In primis, non può non essere citata l’elevata presenza di acido folico, essenziale nella sintesi dell’emoglobina, del DNA e delle proteine. Non solo, il frutto in esame si distingue anche per l’apporto importante di sali minerali e in particolare di fosforo, potassio e magnesio.

Come conservare correttamente le ciliegie
Le ciliegie possono essere consumate tutto l’anno se correttamente conservate – Liquida.it

Quelle citate sono sostanze fondamentali per il buon funzionamento dell’organismo in quanto presiedono ai processi di sviluppo dei tessuti, dei muscoli e così via. Infine, da non sottovalutare è la presenza di flavonoidi che aiutano a regolare i livelli di colesterolo nel sangue e dunque a tenerlo sotto controllo. Fatte queste precisazioni, non tutti sono a conoscenza dei segreti che si celano dietro ad una corretta conservazione delle ciliegie.

Per prima cosa, si consiglia di evitare di scegliere quelle eccessivamente mature dal momento che tenderebbero a deteriorarsi prima. In caso contrario, invece, è possibile conservarle in frigo anche per 5 giorni. Chiaramente, oltre a ciò, è importante evitare di acquistare il frutto quando si presenta ammaccato o con macchie. Per poterle consumare tutto l’anno inoltre ci sono diversi metodi che è altrettanto utile conoscere.

Tra questi v’è la conservazione in freezer e dunque il congelamento. Questa pratica può essere messa in atto sia nel caso di ciliegie denocciolate che intere ma il consiglio è di inserirle all’interno di un sacchetto chiuso. Così facendo infatti eviterete che possa formarsi del ghiaccio. In tal caso, prima di consumarle però si consiglia di tirarle fuori dal congelatore almeno un’ora prima.

In ultima analisi, bisogna dire che esiste un altro metodo estremamente efficace che consente di conservarle a lungo. Esso prevede l’impiego dello zucchero. In particolare, non bisogna fare altro che prendere un barattolo e alternare uno strato di zucchero ad uno di ciliegie. Terminato il procedimento, si consiglia di conservarlo lontano da fonti di calore: dopo poco più di un mese avrete ottenuto un delizioso sciroppo.

Impostazioni privacy