Canone Rai: in arrivo l’abolizione, sul serio ma qualcuno non è d’accordo

Novità in arrivo dal Governo: il canone Rai sarà abolito ma qualcuno non è d’accordo con la proposta.

Milioni di italiani non erano favorevoli alla legge canone Rai, che ha introdotto il pagamento obbligatorio in bolletta, per ridurre l’evasione fiscale. Ora dal Governo Meloni arrivano importanti novità per quanto riguarda il pagamento del servizio della televisione di Stato.

abolizione canone rai
Arriva l’abolizione del Canone Rai – liquida.it

In un primo momento si è parlato di abolire direttamente il Canone Rai, mentre ora si parla della riduzione dell’importo già dal 2024. A proporlo la Lega, che chiede di ridurre del 20% ogni anno fino ad arrivare all’azzeramento totale entro cinque anni. In pratica, ogni anno si pagherebbe una quota inferiore rispetto all’anno precedente, fino a non pagarla più del tutto alla fine del quinto anno.

Il canone Rai sarà eliminato gradualmente? Ecco gli importi

Si prevede che dal prossimo anno il Canone TV per famiglia avrà un costo inferiore di 18 euro, passando da 90 a 72 euro l’anno. In seguito, il costo potrebbe ridursi ulteriormente a 57 euro. Successivamente il costo annuale passerà a 46 euro e infine arrivare a costare 0 euro l’anno. Attualmente, il Canone TV viene riscosso a rate mensili di 9 euro addebitate direttamente sulla bolletta, pratica introdotta nel 2016.

abolizione canone rai
La sede della Rai a Roma – Credit: Ansa foto – liquida.it

Questa misura era stata contestata dalla destra e pare che il Governo Meloni voglia rimuoverlo dalla bolletta. Una decisione che potrebbe non vedere tutti d’accordo ma che potrebbe essere necessaria. Questo, infatti, dovrà comunque avvenire per seguire le indicazioni dell’Unione Europea sul mercato libero dell’energia, così da eliminare in questo modo la presenza di “oneri impropri” nella fattura dei consumi energetici. Tuttavia, ci sono persone che non sono d’accordo nel dire addio al Canone Rai.

La scorsa settimana abbiamo discusso del tema della riscossione, spiegando che Usigrai (Unione Sindacale Giornalisti Rai) non approva l’idea di rimuovere il Canone Rai dalla bolletta. Attualmente, infatti, ci sono opinioni contrastanti provenienti dalla politica sulla possibile abolizione del Canone Rai. Questo perché il rischio è che i livelli di evasione della tassa tornino quelli precedenti al 2016.

Queste voci contrarie si sono levate dopo una nuova proposta di legge spinta dalla Lega, partito di Matteo Salvini. Bisogna precisare che si tratta solo di una proposta e che ancora non è stato attuato alcun provvedimento sull’abolizione del Canone Rai. Di conseguenza, in seguito potrebbero esserci modifiche o magari il percorso potrebbe non essere attuato affatto nel breve o nel lungo periodo.

Impostazioni privacy