Bonus tiroide: tanti soldi che fanno felice il malato e la sua famiglia, chiedilo subito

Sapevi che chi soffre di malattie alla tiroide ha diritto a un bonus? Ecco di cosa si tratta, il suo importo e i requisiti per richiederlo.

La tiroide è un organo molto importante che si trova nel collo e che svolge una funzione metabolica. A volte capita che non funzioni correttamente e che inneschi numerosi sintomi spiacevoli. Le due condizioni associate a patologie tiroidee sono l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo. Sono due malattie differenti perché la prima causa lo scarso funzionamento della tiroide, mentre la seconda causa un funzionamento amplificato.

Bonus tiroide ecco cos'è e requisiti
Bonus tiroide: ecco i requisiti per ottenerlo (liquida.it)

Entrambe le patologie a carico della tiroide causano sintomi lievi o gravi a seconda del caso, che possono compromettere la qualità della vita. Per assicurare il corretto funzionamento della tiroide o alleviare i disturbi associati ad essa esistono differenti farmaci. I sintomi legati all’ipotiroidismo sono: disturbi dell’umore, della vista, aumento di peso, problemi di sonno e gozzo. Quelli dell’ipertiroidismo sono: occhi sporgenti, tachicardia, dimagrimento, agitazione e disturbi dell’umore.

Ecco il bonus tiroide: lo sapevi? Ecco come ottenerlo

Vivere con disturbi alla tiroide significa doverci convivere tutta la vita, poiché si tratta di una malattia immunitaria cronica. Ciò significa che per molto tempo bisogna sottoporsi ad esami e sottoporsi ad una terapia, soprattutto per le donne che devono mettere al mondo un figlio. Chi soffre di malattie alla tiroide può richiedere l’esenzione del ticket e i farmaci sono totalmente rimborsati dal Sistema sanitario nazionale. Ma esiste anche un bonus.

Invalidità per malattie alla tiroide: come ottenerla
Come ottenere l’invalidità per la tiroide nel 2023 (liquida.it)

Il bonus tiroide 2023 è un assegno di invalidità civile che viene riconosciuto dall’INPS a chi soffre di ipotiroidismo, gozzo, ipertiroidismo e carcinoma tiroideo. Per ottenere l’assegno bisogna superare una visita da parte della Commissione medica dell’Inps portando tutta la certificazione. Se l’invalidità viene riconosciuta l’assegno va dai 286 ai 550 euro e l’importo varia in base alla percentuale, che va dal 74% al 100%.

Il bonus è concesso anche a chi ha subìto l’asportazione della tiroide. Per fare domanda bisogna rivolgersi al proprio medico di famiglia e compilare sul sito dell’Inps il certificato introduttivo a pagamento. Il medico dovrà indicare tutte le patologie per ottenere l’invalidità e rilasciare al paziente una copia del certificato medico originale che vale 90 giorni e una ricevuta cartacea.  La procedura va completata sul sito dell’INPS o tramite patronato, che forniranno una data della visita per l’appuntamento all’Asl con la Commissione medica atta a valutare e confermare l’esistenza della problematica.

Impostazioni privacy