Baciare un’altra persona non è sempre legale: ecco quando diventa un reato

Sapevi che baciare un’altra persona non sempre è un gesto che rispetta la legge? Scopri in quali casi è reato.

Anche se nell’immaginario comune si tratta di un gesto fatto con buone intenzioni o un’espressione di affetto, attrazione, trasporto, in realtà a volte può trattarsi di un’azione illegale: ecco che cosa prevede la legge italiana in merito al bacio.

Il bacio è illecito se accade questo
Il bacio può essere reato sessuale Liquida.it

Proprio pochi giorni fa, attraverso una specifica sentenza, la corte di Cassazione italiana ha chiarito in quali casi baciare qualcuno è un atto illecito. Di certo si tratta di un’azione illegale se chi riceve il bacio non è consenziente, ma non solo.

Baciare qualcuno in certi casi è reato

Anche se nell’immaginario comune si tratta di un gesto fatto con buone intenzioni, in realtà baciare qualcuno può anche ledere i diritti della persona destinataria del bacio, e, in questo caso, configurarsi come reato. Scopriamo in quali casi baciare, secondo la legge italiana, è un atto illegale.

bacio atto illecito
quando il bacio è reato Liquida.it

La legge numero 66 varata nel 1996 ha introdotto nel codice penale italiano l’articolo 609 bis per legiferare sugli atti di violenza sessuale. Prima gli atti sessuali erano distinti tra congiunzione carnale e atti di libidine violenti. Nel 1996 però sono stati classificati come atti sessuali  entrambi, identificando  tra questi anche il baciare, quindi le ipotesi di reato  sono state ampliate a tutta una serie di comportamenti a sfondo sessuale.

I baci prima erano perseguiti soltanto per difendere il buon costume e l’ordine pubblico. Grazie a tale ampliamento normativo, tutti gli atti sessuali illeciti sono garantiti come lesione di diritti della  libertà personale, quindi un bacio dato senza consenso è a tutti gli effetti un delitto contro la libertà personale, perché si configura un reato sessuale.

Il baciare è reato se ci sono gli estremi della violenza sessuale così come ha ritenuto la Corte di Cassazione con una sentenza dello scorso 25 maggio, che ha chiarito quando è un reato perseguibile penalmente, e quando non lo è.

Il bacio rientra appieno fra le ipotesi di violenza sessuale se intacca la libertà sessuale della persona non consenziente, o che non ha avuto modo di esprimere il proprio consenso. Anche un bacio sulla guancia, soprattutto se tra estranei, o un abbraccio può essere un reato se la persona che lo riceve non ha espresso il proprio consenso, o se intacca la libertà sessuale della persona. Chiaramente di volta in volta il giudice stabilirà se attraverso il bacio c’è stata violenza o minaccia.