Avete molte lucertole in giardino? Ecco la risposta (che non vi aspettate)

La primavera è la stagione del risveglio della natura – animali compresi. Se avete avvistato lucertole nel vostro giardino o terrazzo, ecco cosa dovete sapere. 

Una silhouette slanciata, lunga una decina di centimetri, compresa la coda affusolata, e del colore dell’erba. Si muove a tutta velocità con le sue quattro zampette – capaci però di arrampicarsi anche in cima a un albero o al tetto di una casa – nel vostro giardino o terrazzo. Ebbene sì, si tratta di una lucertola. Buona o cattiva notizia?

lucertole in giardino cosa le attira come liberarsene
La lucertola si adatta rapidamente al clima del nostro giardino se ha parecchi nascondigli e interstizi a disposizione. (Liquida.it)

A pelle, non è un bell’incontro. Come tutti i rettili, l’effetto è decisamente repellente. Gusti a parte, in linea di massima non lo si può considerare un bell’animale A seconda della specie e dell’area in cui cresce, il colore della lucertola, che si fonde il più delle volte nell’arredamento, varia tra verde, marrone e grigio. La sua durata di vita è stimata in media tra i tre e i cinque anni. Cosa la attrae in casa nostra?

Cosa attira le lucertole (e come evitarle)

Questo rettile a sangue freddo dell’ordine degli squamati si adatterà rapidamente al clima del nostro giardino se ha parecchi nascondigli e interstizi a disposizione: spazi tra pietre, muretti e fessure minerali. E se c’è una superficie anche ridotta illuminato dal sole, dove la lucertola ama riposare immobile anche per ore.

lucertole in giardino cosa le attira come liberarsene
La lucertola è bravissima e velocissima a catturare i piccoli insetti che costituiscono il suo principale nutrimento. (Liquida.it)

Quando le temperature scendono come in inverno, la lucertola tende a mostrarsi di meno e aspetta in un angolo caldo e secco che arrivi la primavera e il clima mite per tornare alla carica. Se la temperatura è troppo alta, si sistemerà fresco tra due pietre, tra una battuta di caccia e l’altra. Il rettile è bravissimo e velocissimo a catturare i piccoli insetti che costituiscono il suo principale nutrimento: bruchi, ragni, mosche, formiche, coleotteri, lombrichi, grilli.

La lucertola ama anche l’edera, tra le cui foglie può nascondersi in caso di minaccia. A volte beve il succo contenuto nelle bacche e la rugiada depositata al mattino presto sulle piante, se non c’è una fonte d’acqua più comoda a portata di zampa… magari stagnante e con tante zanzare intorno, per un banchetto perfetto. E se il prato è abbastanza alto può intrufolarcisi senza essere vista né sentita.

D’altra parte, se abbiamo uno o più gatti o se sono di passaggio ricci o uccelli, le lucertole potrebbero scomparire. La lucertola ha però la particolarità di poter sacrificare la coda: anche se viene mozzata, continuerà a muoversi e potrà sfuggire alle grinfie del predatore. Una nuova coda le ricrescerà nel giro di poco tempo.

Per quanto sgradevole, la lucertola è una specie innocua e permette al giardiniere di liberarsi senza alcuno sforzo di ragni, mosche, falene, lumache o bruchi che finiscono direttamente nello stomaco del rettile. Ha quindi un ruolo ausiliario in giardino grazie al suo enorme appetito. E non è dannosa come la talpa, per esempio. Pensateci bene prima di liberarvene.

Impostazioni privacy