Aumento tassi mutui, che errore: la rivelazione dell’economista

Tra i principali temi caldi del momento c’è l’aumento dei tassi deciso dalla Bce. Un autorevole economista punta apertamente il dito contro Francoforte. 

Prepariamoci a una crisi capaci di colpire pesci grossi e piccoli. Proprio quello che non ci voleva in questo momento di timida ripresa, dopo la batosta del Covid, lo shock della guerra in Ucraina, le fiammate dell’inflazione e il caro energia sfrenato.

sapelli bce sbagliato alzare tassi
L’economista Giulio Sapelli vede nubi all’orizzonte per l’economia nazionale. (AnsaFoto – Liquida.it)

Eppure, è lo scenario che si prospetta secondo un economista abituato a chiamare le cose con il loro nome, e che dopo il recente aumento dei tassi non le manda a dire alla Bce.

In un’intervista esclusiva a tutto campo concessa ai colleghi di Notizie.com Giulio Sapelli, professore ordinario di Storia economica e acuto osservatore della scena nazionale e internazionale, confessa di vedere all’orizzonte una situazione complicata, soprattutto a causa della decisione della Banca Centrale Europea di alzare i tassi di interesse.

La strigliata di Giulio Sapelli alla Bce

Sapelli giudica senza mezzi termini scandalosa la decisione della Bce, perché “vuol dire davvero non capire il momento che si sta attraversando“. A suo dire, dall’economia in questo 2023 “possiamo attenderci la resistenza delle piccole-medie imprese, che in questi mesi hanno dimostrato tanta resilienza. Molto probabilmente le grandi imprese avranno delle difficoltà ed anche il comporto automobilistico dovrà affrontare una crisi. Senza dimenticare il settore siderurgico dove ci saranno alcuni problemi“.

sapelli bce sbagliato alzare tassi
Secondo il prof. Sapelli il rialzo del tasso variabile sui mutui può avere l’effetto di una batosta per i cittadini. (AnsaFoto – Liquida.it)

Il riferimento è innanzitutto alla crisi dell’Ilva: “La situazione non è migliorata e si continua a produrre sempre meno di quello che avveniva un tempo. E questo porta il nostro Paese a chiedere aiuto all’estero”, spiega Sapelli. Quanto al rialzo del tasso variabile sui mutui, annunciato dal Codacons, “può portare all’indebolimento delle persone. L’aumento dei tassi di interesse dipende molto dalla Banca Centrale Europea, ma secondo me è una politica economica non corretta“.

Sapelli affronta anche il dossier Superbonus, chiarendo in prima battuta “che io sono contrario alla politica dei bonus, ma è assolutamente sbagliato interrompere improvvisamente questo provvedimento. Sono state create alcune aspettative e vanno mantenute, ma allo stesso tempo mi auguro che il prima possibile si possa fare un passo indietro sulla misura”. Anche sull’equo compenso l’economista esprime parere contrario: “Secondo me – e conclude – il giusto profitto lo deve decidere l’impresa“.

Impostazioni privacy