Arriva un pericolo mortale per i cani ed i veterinari lanciano l’allarme: difendili subito così

Se amate i vostri cuccioli a quattro zampe e volete proteggerli in tutto e per tutto, occhi aperti: questo pericolo secondo i veterinari è mortale.

Chiunque abbia un cane, conosce ciò che lo fa sentire bene e ciò che invece lo mette a rischio o in difficoltà. Per quanto siano tutti simili tra loro in termini di caratteristiche generali, ogni razza ha poi le proprie specifiche e ogni cane, così come ogni essere umano, ha il proprio unico carattere, da conoscere e da rispettare. Con l’arrivo dell’estate, la salute dei nostri amici a quattro zampe è messa a dura prova: ecco perché.

Allarme pericolo mortale per i cani
Allarme pericolo mortale per i cani: ecco qual è (liquida.it)

Basta poco per mettere a rischio un cane: non applicargli l’antiparassitario nei mesi estivi, per esempio, lo espone al morso di zecca o di pappatacio, così come portarlo nei prati senza guinzaglio può metterlo in pericolo soprattutto in relazione alla presenza di altri animali di cui può essere preda. C’è però un altro rischio, spesso sottovalutato: ecco qual è.

Cane, massima attenzione al caldo: così rischia la vita

Durante questi mesi caldi, c’è un errore che non va mai fatto con il proprio cane ed è quello di lasciarlo in auto da solo: non avendo un sistema di termoregolazione come quello umano, che disperde il calore mediante il sudore, i cani non riescono a raffreddarsi autonomamente e le alte temperature raggiunte dagli interni delle auto nei mesi estivi possono rivelarsi per loro fatali.

Allarme pericolo mortale per i cani
Allarme pericolo mortale per i cani: ecco qual è (liquida.it)

Bastano pochi minuti per trasformare un’automobile in una trappola mortale per il cane, anche se la macchina è all’ombra e il finestrino è leggermente aperto. Proprio per disincentivare questo comportamento, oggi è diventato un reato penale mediante due sentenze della Corte di Cassazione, che hanno condannato i padroni di due animali morti proprio per questo motivo.

Un cane, quindi, non va mai lasciato in auto da solo e, se ne notiamo uno, dobbiamo subito verificarne le condizioni: se notiamo i sintomi di un colpo di calore, dobbiamo contattare le forze dell’ordine e, se possibile, bagnare l’animale con dell’acqua se i finestrini sono aperti. Il colpo di calore nel cane si manifesta con l’aumento della frequenza respiratoria cardiaca e con un evidente disagio psico-fisico; negli stadi più avanzati barcolla, non riesce ad alzarsi e perde lucidità e coordinazione. Nel caso in cui notiamo un animale in queste condizioni e possiamo liberarlo, portiamolo subito al fresco e bagniamolo con dei panni umidi, chiamando subito un veterinario così che ne accerti le condizioni.

Impostazioni privacy