Amici, Maria De Filippi con la voce strozzata: travolta dal lutto, in tv così

Maria De Filippi ad Amici. Si ricomincia. Si deve riprendere a lavorare, per rispetto nei confronti di un pubblico che le è stato vicino anche nel momento del massimo dolore.  

Il ritorno più difficile e meno desiderato. Le telecamere che si riaccendono nello studio del suo talent, così come avviene ormai da oltre vent’anni. Ma questa volta c’è qualcosa di diverso. Il telespettatore più importante non c’è più.

Maria De Filippi ad Amici
Maria De Filippi ad Amici (Foto ANSA – liquida.it)

Nel momento in cui la lucina rosa della telecamera si è accesa nello studio di Amici e si è focalizzata su Maria De Filippi, ancor prima che parlasse, sono ritornate alla memoria le parole che qualche giorno fa il noto legale Giorgio Assumma, grande amico di Maurizio Costanzo, ha detto riguardo Maria De Filippi: “Maria De Filippi mi preoccupa“. In quelle parole vi era tutta l’apprensione di una persona che conosce molto bene la conduttrice milanese.

In questo momento, più che mai, ha bisogno dell’aiuto di tutti coloro, e sono tanti, che le vogliono bene. Quasi un grido d’allarme da parte di colui che ha presentato Maria De Filippi a Maurizio Costanzo, dando il via ad una bellissima storia d’amore durata oltre trent’anni. Quando Maria De Filippi, microfono alla mano, ha iniziato a parlare, le parole dell’avvocato Giorgio Assumma hanno preso forma e corpo nelle parole e nella voce della grande conduttrice.

Maria De Filippi ad Amici e il doloroso rientro

Probabilmente avrebbe preferito stare ovunque, fuorché lì. Davanti a una telecamera che in quel momento le sarà parsa come una macchina radiologica telecomandata, utilizzata quotidianamente per le radiografie.

Maria De Filippi l'immagine del dolore
Maria De Filippi (Foto ANSA – liquida.it)

Soltanto che quella telecamera, per decenni meravigliosa compagna di viaggio, questa volta sembra quasi che abbia voglia di “inquadrare” il suo cuore e i suoi pensieri, per scoprire cosa sta veramente pensando e provando. Soltanto che questa volta non è necessaria una macchina radiologica né, tantomeno, una telecamera particolarmente invadente per comprendere cosa sta pensando e provando, in quel momento, Maria De Filippi.

E’ bastato infatti che aprisse la sua bocca e pronunciasse soltanto una frase. E’ bastato soltanto udire la sua voce rotta da un’emozione difficilmente contenibile. In quel “Io inizierei a lavorare come mi hanno insegnato“, c’è tanto di lei, della sua storia, della sua vita professionale e privata. C’è la sua educazione, impartita da due genitori amatissimi e uno dei tanti insegnamenti del suo maestro, Maurizio Costanzo. Maria De Filippi è sempre stata, televisivamente parlando, straordinaria sostanza e poca apparenza.

Quella appartiene a chi ha poco da dare e da dire. Il suo volto e la sua voce, però, sono l’immagine di un’agonia che sembra proseguire, ininterrottamente, dal 24 febbraio 2023.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da AMICI NEWS (@amicii_news)

Impostazioni privacy