Alieni nel sistema solare, 4 posti incredibili dove possiamo trovarli: non sono pianeti

Gli alieni esistono davvero? Secondo gli esperti sì e si possono trovare in questi quattro luoghi impensabili, tutti nel Sistema Solare.

Si dibatte da anni sull’esistenza o meno di forme di vita al di fuori del Pianeta Terra. Fino ad oggi le ricerche sono state tutte inconcludenti; sebbene l’uomo sia riuscito ad esplorare lo spazio, oggi ne conosciamo solo un piccolo frammento e non possediamo ancora le tecnologie necessarie per spingerci oltre. Che si tratti di forme di vita esistenti al giorno d’oggi o tracce di civiltà del passato, l’uomo vuole solo rispondere ad una domanda: siamo soli nell’universo? Data la grandezza (presupposta) di quest’ultimo, pare improbabile che solo sulla Terra esistano forme di vita.

Quattro posti in cui si possono trovare gli alieni
Gli alieni vivono nel Sistema Solare? – Liquida

I teorici degli alieni sono convinti non solo che questi esistano, ma che anzi si rechino spesso sul nostro pianeta per svolgere inquietanti esperimenti sugli esseri umani. Che le testimonianze siano vere o false, anche i più importanti ricercatori sono convinti che, prima o poi, l’umanità riuscirà a trovare traccia di altre forme di vita nel vasto universo – si spera solo che queste siano amichevoli e non nemiche! In particolare i ricercatori hanno volto la loro attenzione a questi quattro posti dove si crede potrebbe esserci della vita.

Gli alieni sono vicini: 4 posti nel Sistema Solare in cui potrebbero vivere

Questi luoghi si trovano tutti all’interno del Sistema Solare e sono stati oggetto di osservazione per anni; si spera che in futuro l’umanità riesca a raggiungerli così da iniziare delle vere e proprie ricerche, come adesso sta avvenendo sul Pianeta Rosso. Senza ulteriore indugi andiamo a scoprire questi quattro luoghi in cui potrebbero esserci tracce di vita aliena.

Quattro posti in cui si possono trovare gli alieni
Quattro posti dove potrebbero trovarsi degli alieni – Liquida

Europa

Si tratta di uno dei satelliti di Giove, scoperto da Galileo Galilei nel 1610. Nel 1997 fu inviata su Europa la sonda Galileo, che rilevò la presenza di rilievi d’acqua sulla superficie, come fossero state create da geyser. Ciò significa che il sottosuolo nasconde un mare ed è possibile che in quest’acqua si sia formata della vita.

Ganimede

È un altro satellite di Giove, il più grande del sistema solare; da quanto osservato sembra sia composto principalmente da ghiaccio, una crosta spessa 200 chilometri e che, sempre nel sottosuolo, nasconda un mare. Anche in questo caso la presenza dell’acqua fa sperare nella presenza di esseri viventi.

Encelado

Si tratta sempre di un satellite, questa volta di Saturno. È uno dei luoghi più interessanti per i ricercatori: nel 2006 è stata mandata su Encelado la sonda Cassini, che ha trasmesso le immagini di spruzzi d’acqua. Inoltre sono state rilevate emissioni di calore, segno che il piccolo pianeta è ancora attivo e, se ci fosse un oceano, potrebbe essere il mix ideale per far nascere qualcosa.

Titano

Infine ci spostiamo su Titano, il mondo più simile alla Terra. Nel 2004 è stato esplorato da un lander, che ha individuato ghiaccio e laghi di idrocarburi. L’atmosfera è ricca di azoto ma non di ossigeno, segno che potrebbero essersi sviluppate forme di vita a base di metano.

Impostazioni privacy